Lo stalking nel codice penale
17-05-2013

Dal 2009 il codice penale italiano prevede, all’articolo 612-bis, la perseguibilità del reato di atti persecutori in caso di comportamenti descrivibili come stalking. Con questo termine si intendono condotte di tipo persecutorio nei confronti di una persona. Minacce o molestie che possono causare “un perdurante e grave stato di ansia e di paura” e costringere a cambiare la proprie abitudini di vita. Un’accusa di stalking, con le dovute prove, può portare a una condanna da sei mesi a quattro anni di reclusione.

Vai alla lista dei consigli