Per il licenziamento le assenze ingiustificate dei dipendenti devono essere provate
15-06-2014

Con la sentenza n. 7108 del 26 marzo 2014 la corte di Cassazione ha dichiarato privo di giustificato motivo il licenziamento di un dipendente basato su assenze ingiustificate affermate dal datore di lavoro, ma senza provare concretamente che queste si fossero effettivamente verificate. Non basta infatti che il datore di lavoro dichiari di aver riscontrato personalmente l’assenza del lavoratore: se non può portare prove concrete e se il lavoratore contesta queste stesse assenze in sede di processo, il licenziamento deve essere considerato illegittimo.

Contatta per indagini aziendaliContatta Milano Investigazioni per le indagini sulle assenze ingiustuficate dei dipendenti, tramite il form del contatto o telefonicamente 0226142758

Vai alla lista dei consigli